4° PROVA TROFEO DEL MEDITERRANEO - SILA

La categoria

01/07/2010

 

L'appuntamento è a Cosenza, in Calabria, sabato 17 e domenica 18 luglio 2010

Si correrà in Provincia di Cosenza, nei giorni 17 e 18 luglio, con partenza a San Giovanni in Fiore e arrivo a Camigliatello Silano, il 4° Rally della Sila, quarta prova della stagione 2010 del Trofeo del Mediterraneo CSAI.

I LUOGHI
San Giovanni in Fiore è il centro più popoloso della Sila e si trova circa a metà del percorso che va da Cosenza e Crotone. E’ posto ai piedi del Monte Nero, su di un ripido pendio che sovrasta la confluenza dei fiumi Neto e Arvo.

Nella parte più bassa del paese, si trova l'Abbazia Forense, monumento più importante di S. Giovanni in Fiore e simbolo del paese. Fondata nel 1189 dall'abate Gioacchino da Fiore, da cui la città ha poi preso il nome, l’Abbazia è stata più volte ristrutturata e ampliata nel corso degli anni ma conserva ancora molti elementi originali come il portale di ingresso e i rosoni lobati, simbolo dell'Ordine Gioachimita.

La chiesa, che ha una sola navata e una copertura a capriata, è affiancata da due cappelle laterali. Tra le opere conservate al suo interno da segnalare è un coro intagliato nel legno del 1625, l'altare maggiore del 1740 e alcuni dipinti del pittore Cristoforo Santanna. Da questo luogo, posto a quota 950 metri sul livello del mare, l’abitato si estende verso l'alto fino alla sommità della Serra Cappuccini, posta a metri 1.100. Fra i monumenti di San Giovanni in Fiore vi sono numerose altre chiese, come Santa Maria delle Grazie (o Chiesa Matrice), la chiesa dell'Annunziata, la chiesa dei Padri Cappuccini, quella della Cona o di S. Maria della Sanità e altre ancora.

Camigliatello Silano è invece una località montana del comune di Spezzano della Sila che si trova in provincia di Cosenza, a 1.300 metri di altitudine. E’ una nota località sciistica e, con i suoi impianti di risalita e piste da sci, è una delle località silane a maggiore vocazione turistica, non soltanto d’inverno.

Camigliatello si trova ai confini del Parco Nazionale della Sila e nelle vicinanze di alcune fra le più pregiate Riserve naturali del Parco, dove tutto l'anno si possono ammirare gli animali presenti e fare passeggiate nei percorsi dei boschi silani. Da ricordare ancora, sempre a Camigliatello, la chiesa dei santi Roberto e Biagio.

Il locale La Locomotiva è situato a ridosso della stazione di San Nicola - Silvana Mansio, la stazione ferroviaria a scartamento ridotto più alta d'Europa ( è a (1.406 metri sul livello del mare).

E’ composto da quattro vagoni delle Ferrovie della Calabria, adeguatamente ristrutturati e adibiti a bar ristorante e paninoteca.

Il locale può complessivamente ospitare fino a 120 persone e dispone di un ampio parcheggio. Va ancora ricordato che nelle vicinanze è stato realizzato, con attrezzature ecologiche, un parco giochi per i bambini; e poi che La Locomotiva, da sempre, offre la possibilità di acquistare in loco tutta una serie di prodotti tipici silani.

LA GARA
E’ indubbiamente il quattro il numero del Rally della Sila 2010. La quarta edizione si correrà infatti quest’anno, nei giorni 17 e 18 luglio, e sarà la quarta prova del Trofeo del Mediterraneo Csai.
Tutto avrà inizio sabato 17 luglio nell’aula consigliare del comune “capoluogo” della Sila, San Giovanni in Fiore, dove, dalle 8,00 alle 14,00 si terranno le verifiche amministrative, Le “tecniche” si terranno invece dalle 8,30 alle 14,30 nell’attigua piazza comunale. Alle 15,00 sarà pubblicato l’elenco degli equipaggi ammessi, dopodiché ci sarà il briefing pre-gara, la consegna dei road book e l’ingresso delle vetture nel parco partenza.

La prima tappa della gara si correrà nel pomeriggio di sabato, dalle 16,00 alle 19,00.
Le vetture lasceranno San Giovanni in Fiore e affronteranno due prove, la Lagarò-Lupinacci, di 19,88 chilometri e la Vaccarizzo, di 9,58 chilometri. Dopodiché raggiungeranno il comune di Camigliatello Silano, nota località sciistica che ospiterà l’arrivo della prima tappa nonché partenza e arrivo della seconda.
A sera, in onore del rally, si terrà un evento musicale, a cui tutti i concorrenti sono invitati a partecipare.

Il giorno dopo la gara riprenderà alle 7,30, con l’ingresso delle vetture nella prima area assistenza e nel parco partenza della seconda tappa, al Magara Hotel.
Quindi, a partire dalle ore 9,00, le vetture lasceranno Camigliatello Silano, per affrontare il primo dei due passaggi sulle stesse due prove del giorno precedente, Lagarò-Lupinacci e Vaccarizzo.
A metà tappa raggiungeranno il comune di Serrapelace dove, in frazione San Nicola di Silvana Manzio, nel piazzale del locale La Ferrovia, effettueranno le operazioni di riordino e assistenza.

Alle 15,25, dopo aver complessivamente affrontato 290,43 chilometri (di cui 202,05 di trasferimento e 88,38 di prove cronometrate) torneranno a Camigliatello Silano, per l’arrivo e la premiazione finale.

"I tracciati della nostra gara" spiega l'ideatore dell'appuntamento silano, Francesco Rao, della Rao Automobili di Cosenza, "rispettano appieno lo spirito degli odierni Cross Contry Rally: alla gara potrebbero infatti anche partecipare, senza particolari problemi, i cosiddetti "suv" e altri tipi di auto 4x4. Sono "strade bianche" piatte, belle e guidate, che si addentrano nei boschi e nei sottoboschi dell'altopiano silano. Una gara in mezzo alla natura, quindi, motivo per cui raccomanderò personalmente ai piloti, nel briefing pre-gara, di seguire attentamente le indicazioni e di stare attenti a non danneggiare in alcun modo il territorio".

"Per quanto riguarda la “location” alberghiera” spiega ancora Rao “abbiamo, senza alcun indugio, scelto di tornare al Magara Hotel di Croce di Magara, centro che si trova a 1.450 metri sul livello del mare, immerso nella Valle dei Pini Secolari del Fallistro e distante soltanto pochi chilometri dalle note località turistiche di Camigliatello Silano e Lorica”.
Il complesso, con cui è stata stipulata una convenzione con prezzi (visibili qui e nella scheda di iscrizione) di sicuro interesse, dispone di 97 confortevoli camere oltre a una serie di graziose villette indipendenti; c’è poi anche un vero e proprio “centro benessere” con palestra, piscina estate-inverno, solarium, sauna e idromassaggi.

IL CAMPIONATO

Dopo la terza prova della stagione, la classifica Auto del Trofeo del Mediterraneo CSAI vede sempre al primo posto Santiccioli-Rossi (quarti assoluti a Il Ciocco), che hanno un vantaggio di 12 punti su Medde-Ortoleva e 34 su Milazzo-Falsone (costretti subito al ritiro a Il Ciocco per rottura meccanica).

Al quarto posto, primo della categoria P (prototipi) sono Bordonaro-Barbagallo, seguiti da vicino, sia come gruppo che come classe, dai vincitori dell’ultima prova, Labbruzzo-Moro. Emanuele-Scala, noni assoluti, sono primi delle classe A1, Opali-Benci, tredicesimi, guidano la classe Buggy mentre Messina-Costanzo, quindicesimi, sono i primi della classe A2.

Nelle categorie Moto e Quad la situazione è rimasta quella "pre-Ciocco", non avendo questi mezzi preso parte alla gara toscana. Nelle moto i leader sono sempre Ugo Filosa e Manuel Lucchese che hanno 30 punti a parimerito e precedono, sia nell'assoluta che nella classe S2, il duo Salvatore Galasso e Riccardo Passigato, fermi a 23. In testa alla classifica della classe S1 c'è invece Massimo Prazzoli, quarto nell'assoluta dietro però ben tre parimerito.

Nei Quad a guidare il gruppo è
Giuseppe Di Martino, che dopo le vittorie in Sicilia e in Sardegna, ha 55 punti. Dietro di lui, sul secondo gradino del podio, ci sono a parimerito Emanuele Terranova e Fulvio Barbieri, mentre sul terzo si sono per ora sistemati Vincenzo Castillitti e Roberto Barbieri. Terranova, Castillitti e i due Barbieri corrono con un quad della classe Q2, mentre Di Martino è in gara e quindi leader della classe Q1.

fonte: http://www.trofeodelmediterraneo.com/News-1007/sila10-primacsai.htm

indietro

torna all'inizio del contenuto